• IRE – Tumore colon: trovate le cellule che formano le metastasi, studio su Cell Stem Cell

    Staminali tumorali responsabili delle metastasi: studio pubblicato su Cell Stem Cell TUMORE COLON: TROVATE LE CELLULE CHE FORMANO LE METASTASI Recettore agisce da interruttore per la migrazione cellulare e la proliferazione del tumore A breve un nuovo studio per prevenire la formazione di metastasi con dei nuovi farmaci Roma, 06 Marzo 2014

    La ricerca italiana raggiunge un altro risultato d’eccellenza nel campo delle cellule staminali, che potrà avere importanti applicazioni per la cura del tumore del colon. Lo studio, coordinato dal Prof. Ruggero De Maria dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e dal Prof. Giorgio Stassi dell’Università di Palermo, rappresenta un punto di svolta per comprendere la formazione delle metastasi, che sono la principale causa di mortalità nei pazienti con tumore del colon. Secondo i risultati del lavoro pubblicato oggi sulla rivista Cell Stem Cell, le metastasi si formano ad opera delle cellule staminali maligne presenti nel tumore del colon. Queste agiscono come un serbatoio che genera continuamente nuove cellule della massa tumorale e sono anche in grado di migrare in altri organi per formare tumori secondari, ovvero le metastasi, in altre zone del corpo. “Il nostro laboratorio ha scoperto per primo l’esistenza delle cellule staminali del tumore del colon alcuni anni fa e ha continuato a studiarle per capire i loro punti deboli” spiega Ruggero De Maria, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena. “Ora siamo riusciti a trovare le staminali che formano le metastasi. Questa scoperta ci permetterà di trovare nuove strategie per distruggere queste cellule e impedire in tal modo che il tumore si diffonda”. Allo studio ha preso parte anche l’Istituto Superiore di Sanità, nei cui laboratori sono state individuate le cellule staminali tumorali, insieme ai ricercatori Gaspare Gulotta e Francesco Dieli dell’Università degli Studi di Palermo. L’AIRC ha finanziato lo studio.